Tutti gli articoli di yorukoe

puntata di poetando dedicata ALLE SIBILLE RIVOLUZIONARIE, su youtube

Dopo lo speciale dedicato alle nostre Sibille rivouzionarie, andato in onda Sabato 25 e domenica 26 Aprile su Rete 55, potete riascoltare sul Canale YouTube il nostro racconto.

POETANDO su RETE 55 conduce Luisa Cozzi

LA RIVOLUZIONE DELLE SIBILLE è stato definito: Un volume carico di vita, di poesia e pensiero e di azioni, la forza del racconto che narra di 27 donne del nostro presente e del passato (sino ad arrivare all’Ottocento) e del loro pensiero, fattosi atto (nella scrittura e nella ribellione) rivoluzionario e profetico.

Tra le donne scelte e presentate scorgiamo le poetesse: Antonia Pozzi, Amelia Rosselli, Maria Luisa Spaziani, Anne Sexton, Sylvia Plath, Elisabeth Bishop, Marcia Teophilo, A.A. Achmatova, Wislava Szymborska…

LA RIVOLUZIONE DELLE SIBILLE IN ONDA SU RETE 55

Con Antonetta Carrabs sarò protagonista delle puntate di Poetando in onda sabato 25 e domenica 26 aprile, sempre alle 23.10 su Rete 55, ospiti di Luisa Cozzi, direttrice della testata di video poesia.

Parleremo della nostra ultima pubblicazione l’antologia, edita da NemapressLa rivoluzione delle sibille. L’eredità espressiva ed esistenziale delle donne.

Il nostro affascinante percorso di lettura – e conoscenza – di 27 scrittrici di tutto il mondo.

Guarda il video di presentazione delle due serate:

Seguite la diretta TV su RETE 55, sul canale 16 del digitale terrestre oppure in streaming live su www.rete55.it

GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO

La Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore nasce sotto l’egida dell’Unesco nel 1996 per promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la tutela del copyright.

Il 23 aprile è stato scelto perché è il giorno in cui sono morti nel 1616 , tre scrittori considerati pilastri della cultura universale:

(1) Miguel de Cervantes (Alcalá de Henares, 29 settembre 1547 – Madrid, 23 aprile 1616); (2) William Shakespeare (Stratford-upon-Avon, 23 aprile 1564 – Stratford-upon-Avon, 23 aprile 1616); (3) Garcilaso Inca de la Vega, il cui nome di battesimo era Gómez Suárez de Figueroa (Cusco, 12 aprile 1539 – Cordova, 23 aprile 1616).

Ogni anno, la casa editrice algherese Nemapress organizza eventi pubblici per promuovere gli autori delle proprie collane. Quest’anno, vista l’impossibilità di potersi riunire è stata scelta la piattaforma multimediale per accogliere i video racconti delle opere pubblicate con Nemapress.

Come autrice sono felice di aver avuto questa possibilità e ho aderito all’iniziativa illustrando i libri che ho scritto con Antonetta Carrabs.

Sul sito della Nemapress e sulla loro pagina Facebook

potrete seguire i video racconti degli autori, arrivati da tutta Italia: Alghero, Olbia, Genova, Milano, Monza, Roma, Taranto e Vejano.

La mia partecipazione

si aggunge a quella di Neria De Giovanni, Presidente dell’Associazione internazionale dei critici letterari; Antonetta Carrabs, Presidente de La Casa della Poesia di Monza; Pierfranco Bruni, Vice Presidente del Sindacato libero scrittori italiani; ed a molti altri autori della Nemapress Edizioni: Antonio Maria Masia; Paola Ferrantelli; Liliana Cantatore; Antonella Pagano; Marco Balbina; Massimiliano Fois; Ilaria Drago; Rosa Elisa Giangoia; Alessandra Derriu; Anna Manna; Marella Giovannelli.

Articoli pubblicati sull’iniziativa

ALGUER.IT

BUONGIORNO ALGHERO

ALGHERO e CO

PORTALE LETTERARIO

ANZIANI DA PROTEGGERE

Gli anziani sono le nostre radici, la nostra memoria, la nostra storia. Da loro abbiamo ereditato la tradizione e il senso di appartenenza ad una patria. In questi ultimi mesi, a causa della pandemia, abbiamo perso un’intera generazione.

Con il progetto Poeti Fuori Strada: Antonetta Carrabs, Iride Enza Funari, Paola Perfetti e Mariangela La Palombara hanno dato vita, da cinque anni, ai laboratori di poesia Ernesto Cardenal presso la Residenza per anziani San Pietro di Monza.

Le testimonianze degli anziani rappresentano un patrimonio di esperienze e di umanità che vanno protette affinché se ne possa custodire la memoria, il loro passato e anche il nostro futuro.

Con questo progetto diamo nuova voce alle poesie scritte dagli anziani della residenza San Pietro durante questi anni, per restargli vicini, per non dimenticarli.

A Iride Enza Funari è stata affidata la realizzazione dei video racconti in poesia.

I VECCHI CORTILI – Laboratorio Ernesto Cardenal – legge Antonetta Carrabs

ADDIO A LUIS SEPÚLVEDA

Oggi ci ha lasciati lo scrittore Luis Sepúlveda.

Lo scrittore e poeta era stato contagiato dal SARS-CoV-2 e il 25 febbraio avverte i primi sintomi di COVID-19. Ricoverato al Central University Hospital of Asturias di Oviedo si è spento oggi, 16 aprile 2020.                                        L’ultimo suono del tuo addio,
mi disse che non sapevo nulla
e che era giunto
il tempo necessario
di imparare i perché della materia.

Così, tra pietra e pietra
seppi che sommare è unire
e che sottrarre ci lascia
soli e vuoti.
Che i colori riflettono
l’ingenua volontà dell’occhio.

Che i solfeggi e i sol
implorano la fame dell’udito.
Che le strade e la polvere
sono la ragione dei passi.

Che la strada più breve
fra due punti
è il cerchio che li unisce
in un abbraccio sorpreso.

Che due più due
può essere un brano di Vivaldi.
Che i geni amabili
abitano le bottiglie del buon vino.

Con tutto questo già appreso
tornai a disfare l’eco del tuo addio
e al suo posto palpitante a scrivere
la più bella storia d’amore
ma, come dice l’adagio
non si finisce mai
di imparare e di dubitare.

E così, ancora una volta
tanto facilmente come nasce una rosa
o si morde la coda una stella fugace,
seppi che la mia opera era stata scritta
perché la più bella storia d’amore
è possibile solo
nella serena e inquietante
calligrafia dei tuoi occhi.

“La più bella storia d’amore”, Luis Sepúlveda

(Ovalle, Cile, 4 Ottobre 1949 – Oviedo, Spagna, 16 Aprile 2020)

 

LEONARDO DA VINCI E LA BUONA TAVOLA

Buon compleanno Leonardo!

Leonardo da Vinci nasceva ad Anchiano il 15 aprile 1452, esattamente 568 anni fa. Tutti conoscono il suo genio sconfinato e la sua intelligenza che sapeva esprimersi in diverse arti. Egli era: scienziato, filosofo, architetto, pittore, scultore, disegnatore, trattatista, scenografo, anatomista, botanico, musicista, ingegnere e progettista … e attento cultore dell’arte in cucina.

Era affascinato dalle materie prime e dalla loro lavorazione e per questo si era ingegnato anche nella costruzione di utensili e macchine per agevolare e migliorare il lavoro in cucina.

Fonti riportano che fin da giovane per arrotondare le sue esigue entrate, nel periodo tra il 1472 e il 1478, quando lavorava come ragazzo di bottega del Verrocchio, alla sera si adoperava come garzone nella taverna delle “Tre lumache” a Ponte Vecchio a Firenze. Questa ed altre esperienze gli permetteranno, in seguito, di potersi destreggiare con gran sicurezza alle feste e ai banchetti organizzati dalla corte degli Sforza di Milano per più di trent’anni.

Ma Leonardo era uomo di grande saggezza, conoscitore dell’anatomia e della medicina e attento alla salute. Per questo aveva suggerito regole del buon mangiare e del ben digerire che possiamo ritrovare riassunti nei versi di questa sua poesia:

 

 

Abbecedario della corona buona

 L’Abbecedario della corona buona, è un progetto benefico nato da un’idea di Edoardo Catemario,  musicista e chitarrista di fama internazionale, che ha composto le musiche per le filastrocche, una per ogni lettera dell’alfabeto, che gli artisti hanno scritto per l’iniziativa. Edoardo Catemario condivide la realizzazione del progetto con Antonetta Carrabs, Presidente de La Casa della Poesia di Monza, poetessa e scrittrice sensibile alle tematiche sociali e ai bambini.

Edoardo Catemario

In un articolo di recente pubblicazione su IL PUNTO NOTIZIE Catemario dice: “Ho avvertito l’esigenza di fare qualcosa per i bambini, qualcosa di bello che potesse divertire e in qualche modo potesse ‘esorcizzare’ le loro paure di questi giorni. Offrire loro i ‘mille punti tutti da ridere’ de ‘La vita è bella’ di Benigni. Ne ho parlato con la mia amica Antonetta Carrabs che ha accolto la mia proposta con entusiasmo”.
“L’abbecedario della corona buona” una raccolta di filastrocche, brevi racconti e poesie che portano la firma di grandissimi artisti della parola: Antonetta Carrabs, Iride Enza Funari, Dina Turco, Roberto Del Gaudio, Angela Andolfo, Silvia Messa, Donatela Bisutti, Paolo Pezzaglia, Elisabetta Motta, Chiara Gelmetti, Deborah Catemario, Lino Stefani, Massimo Montresor, Sabrina Narilatha Fairchild, Vittorio Zanella Direttore artistico del Teatrino dell’ES di Villanova di Castenaso (Bo), burattinaio, marionettista .
Il progetto editoriale conterrà un paio di cd e le illustrazioni che accompagneranno i contributi di ogni lettera dell’alfabeto.
I proventi saranno donati ai bambini degli operatori sanitari che hanno sacrificato la loro vita per salvare quelle altrui. Iniziativa importantissima di profondo valore simbolico e sociale.

Quindi cari amici di YORUKOE quando Antonetta Carrabs mi ha invitata a partecipare all’iniziativa sono stata felicissima di aderire. Ho scelto la lettera “M” di Mare, la filastrocca fa parte di un lavoro che ho iniziato tanto tempo fa quando i miei figli erano ancora bambini. Per loro avevo inventato un personaggio a cui sono molto affezionata “TOOTZSY l’anaconda scioglilingua” e sono contenta che oggi possa ancora essere utile.

I gesti di solidarietà, i lavori realizzati insieme ad altre persone sono quelli che ci danno maggiori soddisfazioni. La poesia, la musica devono essere la nostra fonte di ispirazione, devono essere ponti per restare uniti, perché insieme ce la faremo!

Un mio disegno di “Tootzsy” (2001)