VIDEOPOESIA “STORIE DI DONNE” FUNARI-BARCHIESI

“Storie di donne” poesie di Iride Enza Funari, immagini di Liliana Barchiesi

VIDEOPOESIA STORIE DI DONNE

 

un progetto nato dalla collaborazione con la mia amica Lilly (Liliana Barchiesi, Fotoreporter di Milano).

Liliana Barchiesi e Iride Enza Funari

 

Il sito “Storia di donne” di Liliana Barchiesi

UNA POESIA PER “L’ITALIA DEI POETI” DEDICATA A TRIUGGIO

L’Italia dei poeti è l’iniziativa proposta dal CRS, il CENTRO DI RICERCA e STUDI DURINI per le LINGUE DIALETTALI e MINORITARIE della Casa della Poesia di Monza e dai PARCHI LETTERARI ITALIANI.

Segui il video e partecipa anche tu!

Ho  partecipato a questa bella iniziativa inviando la mia poesia dedicata a Triuggio, il mio paese di adozione, in Brianza. La poesia “A l’umbra del campanen” è una poesia che ho scritto e che è stata liberamente tradotta in dialetto da Rodolfo Zardoni*, che ha anche letto i miei versi.

(*) Rodolfo Zardoni – Giornalista inviato, Telecineoperatore RAI – TGR Lombardia RAI

I QUADERNI DI POESIAPRESS – LA NUOVA COLLANA DI POESIA DEL TERZO MILLENNIO

La NEMAPRESS edizioni, diretta da Neria De Giovanni, Presidente dell’AICL, Associazione Internazionale dei Critici Letterari, affiliata all’UNESCO dal ’71, già presidente del Consorzio del Parco Grazia Deledda e fondatrice  del Premio Nazionale di Letteratura e Giornalismo Alghero Donna, propone ai lettori la nuova collana “I Quaderni di POESIApress” per favorire la conoscenza e la diffusione di Autori italiani e stranieri, già affermati o meno conosciuti, la cui produzione sia capace di interpretare la realtà e di suscitare emozioni ed empatia nel segno della poesia. Le caratteristiche editoriali di ogni “Quaderno di poesia”, come suggerisce il titolo stesso della collana, saranno improntate alla massima agibilità e fruibilità.
Poche pagine ma di denso e profondo contenuto. La direzione scientifica della collana sarà affidata ad Antonetta Carrabs, scrittrice, poetessa, giornalista pubblicista e presidente della Casa della Poesia di Monza. La promozione e diffusione della collana sarà affidata a Iride Enza Funari, poetessa e scrittrice.
Ogni “Quaderno di POESIApress” sarà commentato da una quarta di copertina critica a firma di Giuseppe Landonio, medico e scrittore, ideatore e direttore dei cicli di Area P: “Milano incontra la poesia a Palazzo Marino”, iniziativa promossa dalla presidenza del Consiglio comunale e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, con appuntamenti mensili con poeti, editori e attori.
Patrizia Burley Lombardi docente in diverse università di Melbourne, interprete, traduttrice e giornalista bilingue. Poetessa pubblicata e figura nota nell’ambito culturale australiano sarà la consulente per  l’Australia/Oceania. La prefazione di ogni opera sarà firmata o dalla direttrice di collana o da una /un critico letterario di riferimento. Si prevedono 4 pubblicazioni l’anno. Appena possibile si organizzerà una conferenza stampa per far conoscere l’iniziativa sia presso le Istituzioni del Comune di Milano e di Monza, sia a Roma presso la sede della Nemapress edizioni. La pubblicizzazione e la diffusione della collana avverrà soprattutto attraverso le riviste cartacee e on line e i blog del settore, sui social e direttamente all’attenzione delle varie Associazioni, Circoli e Case della Poesia, Organizzazioni di Festival e Segreterie di Premi Letterari. Media partner: portaleletterario.net.
Neria De Giovanni – NEMAPRESS Edizioni

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA POESIA – VERSI PER SANQUIRICO

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA POESIA – VERSI PER SANQUIRICO

21 MARZO 2020

La Casa della Poesia di Monza e l’Associazione Zeroconfini hanno lanciato ai poeti italiani un appello: “Inviateci le vostre poesie per i detenuti del carcere SANQUIRICO di Monza che in questi giorni vivono una situazione molto difficile, lontani dai propri affetti. Sarà importante far sentire loro la vicinanza del mondo fuori, aiutandoli a stemperare, anche se solo per un frammento, le paure e le difficoltà che stanno affrontando in questo periodo drammatico.”

L’iniziativa, promossa dalla Casa della Poesia di Monza e dall’Associazione Zeroconfini Onlus, è stata accolta da un centinaio di poeti italiani e da una scolaresca dell’istituto superiore Luigi Castiglione di Limbiate.

La poesia può diventare speranza, sollievo e antidoto alla solitudine e allo smarrimento in un luogo dove “il cuore diventa denso come pece e il sangue si rallenta.” (Pdf testi)

La mia poesia per i detenuti  della  Casa  Circondariale Sanquirico  di   Monza

RADIO PAGINA di SERENA MAFFIA

I poeti si mettono in rete e utilizzano i nuovi mezzi offerti dalla tecnologia per farsi conoscere.

Qualche giorno fa ho ricevuto un messaggio di Serena Maffia che mi invitava a far parte del suo interessante progetto, una “Antologia poetica, da lei redatta per la Giornata mondiale della poesia, dedicata ai ragazzi che devono studiare da casa per le disposizioni anti covid-19 e ai non vedenti che non possono vedere con gli occhi ma possono vedere col cuore”.

Ho raccolto molto volentieri il suo invito e ho inciso un audio che ora potete trovare a questo link: RADIO PAGINA

Ho registrato “La stanza che preferisco?” tratta dalla mia silloge “La Stanza”.

Complimenti a Serena Maffia che offre la possibilità di ascoltare poesie di poeti ormai celebri e poeti contemporanei forse meno conosciuti, ma che esprimono attraverso i loro versi intense e profonde emozioni.

Il sito di Serena Maffia 

 

 

 

 

IL LABORATORIO POETI FUORI STRADA DIVENTA UN LIBRO EDITO DA NEMAPRESS

POESIA CHE CURA

Il progetto di poesia PoetiFuoriStrada nasce per volontà del professore Giuseppe Masera, ex direttore dell’Oncoematologia pediatrica all’ospedale San Gerardo di Monza e prende il via, a Monza, il 16 marzo 2014 grazie anche al consenso del direttore Roberto Mauri del Centro Geriatrico Polifunzionale San Pietro di Monza, una RSA inaugurata dalla Cooperativa La Meridiana nel 2001 per il ricovero a lungo termine di persone anziane non autosufficienti.

Dice Antonetta Carrabs, responsabile del Laboratorio “E’ in pubblicazione con la casa editrice Nemapress una nuova antologia, che ho curato nella sua impaginazione, dal titolo POETI FUORI STRADA che raccoglie le poesie più belle nate durante i Laboratori di Poesia Ernesto Cardenal con un gruppo di anziani delle RSA San Pietro di Monza. Un’esperienza bellissima che mi vede, dopo 5 anni, ancora partecipe con Iride Enza Funari, Paola Perfetti e Mariangela La Palombara nella conduzione dei laboratori. L’iniziativa nasce per volontà del prof. Giuseppe Masera, con il quale collaboro dal lontano 1989. Claudio Magris mi ha scritto, descrivendo l’esperienza ‘una bella storia italiana’ “.

Cara Antonetta, grazie per questa lettera, grazie per la Sua vicinanza, anche in questa circostanza, cosi intensa e generosa. Questa iniziativa dei Poeti Fuori Strada è veramente, come Lei scrive, un’esperienza bellissima. Per tante ragioni. Umane, poetiche, creative nel senso più profondo del termine. Ed è un atto di generosità che, come il seme della parabola evangelica, dà e darà sempre più frutto. Ne sono sicuro. Sì, mi ha fatto molto piacere, come Lei scrive, venire a conoscenza di questa bella storia italiana, che è gran parte merito Suo. Le poesie, molte di quelle, mi sono veramente piaciute. Quel padre che scrive lettere d’amore col sangue delle sue vene e quelle barche e battelli che finiscono in gloria si imprimono fortemente. Grazie. Un caro saluto.

Claudio Magris

(….) La poesia grazie ai poeti fuori strada è riuscita a contaminare non solo persone ma anche ambienti: in questi anni infatti i locali comuni della residenza si sono colorate di versi poetici che hanno catturato l’interesse anche delle persone qui di passaggio. Sono ormai certo che la proposta dei Poeti Fuori Strada possa avere grande successo in tanti ambiti di cura per gli anziani.” Roberto Mauri Direttore Generale – La Meridiana Società Cooperativa Sociale

I POETI FUORI STRADA COLPISCONO ANCORA

Ci chiamano “I poeti fuori strada”

siamo gente comune che si ritrova ogni giovedì in biblioteca per mettere insieme parole per fare poesia

sveliamo il nostro carattere affidandolo ai versi e scopriamo i nostri intimi pensieri
siamo non solo poeti fuori strada, ma anche poeti un po’ fuori di testa perché dopo una vita trascorsa su binari dritti
oggi vogliamo un po’ scantonare, un po’ trasgredire
e così ci affidiamo alla poesia per farlo

la vita non è solo un’incognita a volte può essere anche una liberazione ed è con la poesia che ci liberiamo dalla routine
è con la poesia che scatta in noi quel coraggio di mettere in fila i sentimenti per davvero senza dire più bugie ci mettiamo dentro un po’ del nostro cuore, alleggerendo le nostre fatiche

è con la poesia che scopriamo di riuscire a tirar fuori le nostre pene
per essere forse anche un po’ più originali
se potessimo far deragliare il treno della nostra vita
lo faremmo fermare in un luogo di mare
forse sul lago di Como o in un bel prato

sarebbe bello fare tutti insieme una passeggiata a cavallo
o forse sarebbe bello tornare indietro nel tempo
magari ai nostri diciott’anni quando la vita era intrisa d’amore
Con la poesia oggi possiamo rischiare, il rischio porta ad essere felici.
Poesia di gruppo- Laboratori di poesia Ernesto Cardenal- RSA San Pietro di Monza

BLOG di Iride Enza Funari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: