Archivi tag: #claudimagris #nemapressedizioni #laboratoripoesia

IL LABORATORIO POETI FUORI STRADA DIVENTA UN LIBRO EDITO DA NEMAPRESS

POESIA CHE CURA

Il progetto di poesia PoetiFuoriStrada nasce per volontà del professore Giuseppe Masera, ex direttore dell’Oncoematologia pediatrica all’ospedale San Gerardo di Monza e prende il via, a Monza, il 16 marzo 2014 grazie anche al consenso del direttore Roberto Mauri del Centro Geriatrico Polifunzionale San Pietro di Monza, una RSA inaugurata dalla Cooperativa La Meridiana nel 2001 per il ricovero a lungo termine di persone anziane non autosufficienti.

Dice Antonetta Carrabs, responsabile del Laboratorio “E’ in pubblicazione con la casa editrice Nemapress una nuova antologia, che ho curato nella sua impaginazione, dal titolo POETI FUORI STRADA che raccoglie le poesie più belle nate durante i Laboratori di Poesia Ernesto Cardenal con un gruppo di anziani delle RSA San Pietro di Monza. Un’esperienza bellissima che mi vede, dopo 5 anni, ancora partecipe con Iride Enza Funari, Paola Perfetti e Mariangela La Palombara nella conduzione dei laboratori. L’iniziativa nasce per volontà del prof. Giuseppe Masera, con il quale collaboro dal lontano 1989. Claudio Magris mi ha scritto, descrivendo l’esperienza ‘una bella storia italiana’ “.

Cara Antonetta, grazie per questa lettera, grazie per la Sua vicinanza, anche in questa circostanza, cosi intensa e generosa. Questa iniziativa dei Poeti Fuori Strada è veramente, come Lei scrive, un’esperienza bellissima. Per tante ragioni. Umane, poetiche, creative nel senso più profondo del termine. Ed è un atto di generosità che, come il seme della parabola evangelica, dà e darà sempre più frutto. Ne sono sicuro. Sì, mi ha fatto molto piacere, come Lei scrive, venire a conoscenza di questa bella storia italiana, che è gran parte merito Suo. Le poesie, molte di quelle, mi sono veramente piaciute. Quel padre che scrive lettere d’amore col sangue delle sue vene e quelle barche e battelli che finiscono in gloria si imprimono fortemente. Grazie. Un caro saluto.

Claudio Magris

(….) La poesia grazie ai poeti fuori strada è riuscita a contaminare non solo persone ma anche ambienti: in questi anni infatti i locali comuni della residenza si sono colorate di versi poetici che hanno catturato l’interesse anche delle persone qui di passaggio. Sono ormai certo che la proposta dei Poeti Fuori Strada possa avere grande successo in tanti ambiti di cura per gli anziani.” Roberto Mauri Direttore Generale – La Meridiana Società Cooperativa Sociale

I POETI FUORI STRADA COLPISCONO ANCORA

Ci chiamano “I poeti fuori strada”

siamo gente comune che si ritrova ogni giovedì in biblioteca per mettere insieme parole per fare poesia

sveliamo il nostro carattere affidandolo ai versi e scopriamo i nostri intimi pensieri
siamo non solo poeti fuori strada, ma anche poeti un po’ fuori di testa perché dopo una vita trascorsa su binari dritti
oggi vogliamo un po’ scantonare, un po’ trasgredire
e così ci affidiamo alla poesia per farlo

la vita non è solo un’incognita a volte può essere anche una liberazione ed è con la poesia che ci liberiamo dalla routine
è con la poesia che scatta in noi quel coraggio di mettere in fila i sentimenti per davvero senza dire più bugie ci mettiamo dentro un po’ del nostro cuore, alleggerendo le nostre fatiche

è con la poesia che scopriamo di riuscire a tirar fuori le nostre pene
per essere forse anche un po’ più originali
se potessimo far deragliare il treno della nostra vita
lo faremmo fermare in un luogo di mare
forse sul lago di Como o in un bel prato

sarebbe bello fare tutti insieme una passeggiata a cavallo
o forse sarebbe bello tornare indietro nel tempo
magari ai nostri diciott’anni quando la vita era intrisa d’amore
Con la poesia oggi possiamo rischiare, il rischio porta ad essere felici.
Poesia di gruppo- Laboratori di poesia Ernesto Cardenal- RSA San Pietro di Monza